Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Abbiamo aggiornato la Privacy Policy e la Cookie Policy per renderle più chiare e trasparenti e per introdurre i nuovi diritti che il Regolamento ti garantisce.

Le infrastrutture di ricerca e le infrastrutture digitali per la ricerca italiane rispondono alla crisi COVID-19 creando modalità di accesso a strumentazione e dati scientifici in linea con lo sforzo a livello europeo. ICDI ha contribuito a realizzare un'indagine sulle risorse messe a disposizione dei ricercatori dalle infrastrutture ...continua a leggere

ICDI (Italian Computing and Data Infrastructure) è un tavolo di lavoro creato dai rappresentanti di alcune tra le principali Infrastrutture di Ricerca e Infrastrutture Digitali italiane con l’obiettivo di promuovere sinergie a livello nazionale al fine di ottimizzare la partecipazione italiana alle attuali sfide europee in questo settore, tra cui la European Open Science Cloud (EOSC), la European Data Infrastructure (EDI) e HPC.

ICDI vuole proporsi come un tavolo di discussione e confronto sulle strategie di partecipazione della comunità della ricerca nazionale al Digital Single Market e alla EOSC, in modo da ottimizzare e coordinare la partecipazione della ricerca italiana alle iniziative. Al fine di capire lo stato di partenza, abbiamo intrapreso una mappatura della partecipazione sia delle Infrastrutture di Ricerca Italiane sia di quelle Informatiche (ICT) a programmi pan-Europei, per verificare la possibilità di coordinare e, auspicabilmente, federare il contributo nazionale.

La nostra visione nel lungo periodo è quella di realizzare un coordinamento nazionale che possa essere rappresentativo delle infrastrutture italiane e rapportarsi con le istituzioni nazionali ed europee. Oggi ICDI ha la forma di un Protocollo d'Intesa sottoscritto da Area Science Park, CINECA, CNR, Elettra Sincrotrone, ENEA, GARR, INAF, INFN, INGV, OGS, SISSA e Università di Milano-Bicocca e aperto alla partecipazione di nuovi enti.
Il MUR partecipa a questa iniziativa in qualità di osservatore.

In vista della partecipazione alla EOSC Association come membro fondatore su mandato del MUR, ICDI sta intraprendendo un processo per acquisire una personalità legale, nella forma di una Associazione Temporanea di Scopo. In attesa di competare questo processo, ICDI è ufficialmente rappresentata dal GARR.

Per maggiori informazioni su ICDI, sulle sue attività e sulle modalità di adesione, si può inviare un messaggio a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.